Deroghe Regionali sulle distanze tra edifici.

Distanze tra edifici, quando si può non rispettarle

Le distanze tra edifici possono in genere essere regolate solo dallo Stato, ma sono ammesse deroghe a favore delle Regioni solo se motivate con esigenze di governo del territorio. Se si supera questo limite, le norme regionali che intervengono sulle distanze possono essere dichiarate illegittime.

È questo quello che è accaduto all’articolo 1 comma 2 della Legge 31/1979 della Regione Marche, che la Corte Costituzionale ha dichiarato illegittimo con la sentenza 6/2013.

Secondo la disposizione regionale, i Comuni possono individuare gli edifici da ampliare nelle zone di completamento con destinazione residenziale, procedura che ha l’efficacia di piano particolareggiato.

Fonte: Edilportale News.
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...